Cellule staminali embrionali

Le embrionali sono cellule staminali in grado di differenziarsi in tutte le cellule mature del nostro organismo, partendo solamente da poche cellule. Le cellule staminali embrionali sono ricavate per mezzo di coltura, da un embrione umano nei suoi primi giorni di vita, quando è ancora chiamato blastociste cioè un embrione di circa 150 cellule. L’embrione quindi viene distrutto e le sue cellule staminali embrionali vengono prelevate per l’utilizzo. La distruzione di questo embrione ha aperto i dibattito etico fra i vari ricercatori, i quali discutono tuttoggi sull’utilizzo di queste cellule. Anche se è stato dimostrato il loro potenziale dagli scienziati, per molti la distruzione di un possibile essere umano è inaccettabile per una ricerca. Infatti, la sperimentazione su queste cellule è vietata in vari paesi del mondo, dove è stato preferito utilizzare i fondi su altre cellule staminali, come le cordonali. Lo studio di queste cellule ha creato nuove possibili strade per la cura di molte malattie come il morbo di Parkinson, il diabete, le malattie cardiache e molte altre ancora, grazie alle loro incredibili caratteristiche di differenziarsi in tutti i tipi di cellula. Un’altra importante caratteristica, è l’incredibile capacita di moltiplicarsi moltissime volte senza quindi aver bisogno, di molte cellule staminali per le future cure. Gli embrioni utilizzati negli esperimenti possono essere presi in tre modi: per clonazione, per fini esclusive alla ricerca o attraverso il consenso di una coppia che ha problemi di sterilità.

  • Il primo consiste nella clonazione del materiale genetico di una persona affetta da una malattia. I cloni quindi sarebbero utilizzati per studiare e combattere questo tipo di malattia.
  • Il secondo, è il più polemico di tutti e tre, perché l’embrione è utilizzato solo per i fini di ricerca ed è per questo che non viene molto ben visto dalla comunità.
  • Il terzo metodo, infine, sarebbe quello di utilizzare gli embrioni rimanenti, di una coppia con problemi di sterilità, che avevano già avuto il bambino e che quindi non gli servivano più.

Gli scienziati inoltre stanno cercando di creare cellule staminali adulte da persone consenzienti ma con scarso successo perché queste cellule non hanno lo stesso potenziale delle altre cioè la possibilità guarire certi traumi. Infatti con le cellule staminali embrionali, gli scienziati sperano di curare anche i traumi e le malattie del corpo ed in particolare del cervello.